29 maggio: Premio “Il Monito del Giardino”

29 maggio: Premio “Il Monito del Giardino”

13:05 27 maggio in Eventi Bardini

Monito_Giardino_2008

A Paul Polak, Giulia Maria Crespi, Giovanni Sartori e Paolo Galeotti il premio Il Monito del Giardino

Il filantropo canadese, la presidente del FAI, il celebre politologo e il giardiniere della Villa medicea di Castello vincono la prima edizione del premio ambientalista.
La cerimonia a Firenze il 29 maggio
 

L’imprenditore filantropo canadese Paul Polak, la presidente del Fondo per l’Ambiente Italiano (FAI) Giulia Maria Crespi, il politologo ecologista Giovanni Sartori, e l’agronomo Paolo Galeotti sono i vincitori del premio internazionale Il Monito del Giardino, istituito dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze per valorizzare progetti, studi e personalità che abbiano offerto speciali contributi nella difesa degli equilibri ecologici della Terra..

Ne dà notizia Philippe Daverio, presidente della giuria di cui fanno parte i filosofi della scienza Giulio Giorello e del paesaggio Massimo Venturi Ferriolo, il climatologoGiampiero Maracchi, l’esperto di sistemi d’acqua Pietro Laureano, il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, l’architetto di giardini Oliva di Collobiano, la giornalista di piante e fiori Rossella Sleiter, il giurista Carlo Alberto Graziani, la scrittrice e giardiniera Pia Pera, il giornalista Riccardo Monni in qualità di segretario.

La presentazione dei premiati e la cerimonia di premiazione si terranno il prossimo 29 maggio a Villa Bardini, il complesso monumentale fiorentino, attiguo al Forte di Belvedere e al Giardino di Boboli, di recente restaurato dall’Ente Cassa insieme al grande parco dal quale Il Monito del Giardino trae nome e ispirazione (www.bardinipeyron.com).

I vincitori sono stati scelti all’interno di una vasta rosa di candidati di alto prestigio perché, a giudizio dei giurati, rappresentano altrettanti modelli da proporre all’opinione pubblica. In particolare Paul Polak riceverà 30mila euro per la sua Fondazione (Ide), che da circa 30 anni aiuta i Paesi economicamente più arretrati fornendo tecnologie low cost eco-compatibili (pompe idrauliche in bambù, borse per immagazzinare energia solare, minifiltri che sterilizzano l’acqua), per soddisfare esigenze primarie di milioni di persone.

Giulia Maria Crespi sarà invece premiata con una copia edita nel 1759 del Candide di Voltaire per la ultra trentennale attività del FAI e per aver anticipato la battaglia contro le discariche a cielo aperto; Giovanni Sartori avrà lo stesso premio della Crespi per gli articoli e le pubblicazioni dedicati alle tematiche ambientali e alla necessità di una pianificazione demografica finalizzata a contrastare la crescita globale della popolazione.
La giuria del Monito del Giardino ha infine deciso di dare un limone in argento come segno di profonda stima all’agronomo Paolo Galeotti per la sua opera di giardiniere sperimentatore oltre che di “custode” e curatore delle collezioni di agrumi granducali nella villa Medicea di Castello (Firenze).