Ville Bardini e Peyron, una primavera di eventi

Ville Bardini e Peyron, una primavera di eventi

21:38 24 aprile in Peyron

Ville Bardini e Peyron, una primavera di eventiOltre 50 appuntamenti tra arte, cultura, musica, giochi per bambini
Conferenze su Vespucci e Fattori, il Premio Il Monito del Giardino, percorsi didattico-naturalistici.
Primavera di eventi a Villa Bardini e a Villa Peyron, le due ‘gemme’ della Fondazioni Parchi Monumentali Bardini e Peyron dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, nelle quali, da questo mese e fino ad ottobre, si svolgeranno oltre 50 eventi tra musica, arte, cultura, giochi per bambini.

La nuova stagione è promossa dalla Fondazione in collaborazione con l’Ente Cassa e si avvale, per le singole sezioni in cui è suddivisa, del contribuito di prestigiose istituzioni cittadine. Il programma è stato presentato stamani alla stampa dal presidente della Fondazione Michele Gremigni e dal Segretario Generale Marcella Antonini che hanno sottolineato la grande varietà delle proposte ‘’che sono state pensate in primo luogo per i fiorentini” e per le quali molti relatori hanno prestato gratuitamente la propria collaborazione contribuendo così ad un sensibile contenimento del budget che è stato complessivamente di circa 18.000 euro.

VILLA BARDINI
Il programma della stagione comincia il 26 aprile a Villa Bardini (dove, fino al 4 novembre, è in corso la mostra ‘Da Fattori al Novecento. Opere inedite dalla collezione Roster, Del Greco, Olschki’) col primo appuntamento (alle 16.30) del ciclo ‘Un tè a Villa Bardini’, un percorso tra arte, scienza e musica a cura di Alessandra Buyet: il professor Giovanni Cipriani parlerà su Firenze e il Granduca Cosimo I. Seguiranno una conversazione ‘musicale’ con Riccardo Marasco (il 3 maggio alle 16.30), due conferenze tenute rispettivamente da Carlo Sisi (‘Camera con vista’) e da Vieri Torrigiani (Aspettando l’estate…) e due pomeriggi dedicati a giochi e animazioni per ragazzi (il 5 e il 26 maggio). Ai partecipanti sarà naturalmente servito tè e pasticcini.

Il ciclo ‘Aperitivi in musica’ (dal 7 giugno) è diviso in due parti: ‘I giovedì musicali’ a cura di Giuseppe Lanzetta e ‘I martedì musicali’ a cura di Mario Ruffini e vedrà alternarsi importanti sodalizi musicali che eseguiranno musiche immortali di ieri e di oggi. Gli aspetti botanici dello splendido Giardino Bardini saranno valorizzati dall’architetto Maria Grazia Pozzana che cura tre incontri (dal 4 maggio) dedicati alle piante e al paesaggio, uno dei quali è organizzato in collaborazione con la Società Italiana dell’Iris. Seguono le conferenze (a cura di Carlo Sisi) relative alla mostra di Fattori, allestita nelle sale della villa, e tenute dai curatori dell’esposizione e da storici dell’arte (dal 28 settembre). Il biglietto di ingresso per partecipare a ciascun incontro di questi quattro cicli è di 6 euro e comprende anche la visita alla mostra. I residenti a Firenze possono visitare gratuitamente anche il giardino. Sono invece gratuite per tutti le conferenze inserite nell’ anno vespucciano, a cura di Leonardo Rombai (dall’11 maggio nella Limonaia della villa) e promosse in collaborazione con l’Università, il Comune, la Deputazione di Storia Patria per la Toscana, la Fondazione Giovanni da Verrazzano, la Società di Studi Geografici.
Oltre a questi cicli si segnalano due appuntamenti di particolare rilevanza quali la presentazione alla stampa della terza edizione del Premio ambientalista ‘Il Monito del Giardino’ (il 3 maggio alle ore 12) e la presentazione del volume di Ilaria Borletti Buitoni, presidente nazionale del FAI (Fondo Ambiente Italiano) ‘Per un’Italia possibile. La cultura salverà il nostro Paese?’ (martedì’ 8 maggio alle ore 18).

La stagione di Villa Bardini


VILLA PEYRON
La stagione a Villa Peyron, situata in una splendida posizione sui colli fiesolani, comincia il 27 aprile ed è caratterizzata da oltre 20 appuntamenti coordinati da Saverio Latrucci di arte, cultura, gastronomia, serate musicali, presentazioni di installazioni, laboratori teatrali, percorsi didattico-naturalistici, passeggiate a piedi o in mountain bike, animazioni per bambini legate alle bellezze del parco. Tra questi segnaliamo gli ‘Aperi_tè’ a cura di Donatella Cirri, a base di tè aromatizzato ai fiori, cocktail di fragole, pasticcini e tartine; gli ‘Angoli d’arte’ in cui artisti contemporanei confrontano le loro opere con le geometrie del luogo; i laboratori per ragazzi organizzati dall’Associazione Art-tù e le esercitazioni archeologiche e botaniche promosse dall’Associazione Firenze SottoSopra. Dal 30 giugno la villa è interessata, come ogni anno, al Mese mediceo ed ospita attività teatrali e le tradizionali cene prima dello spettacolo.

Con l’arrivo della bella stagione è stato rinnovato anche il Percorso didattico naturalistico che offre a grandi e piccini l’occasione di conoscere la natura che circonda la villa scoprendo varietà di piante e fiori, riconoscere gli animali e gli uccelli che popolano questi luoghi. All’interno del parco è possibile effettuare passeggiate a piedi e in mountain bike. Disponibili anche visite guidate, su prenotazione, a tema e in diverse lingue, per gruppi fino a 30 persone.

L’ingresso a Villa Peyron costa sempre 10 euro, ma questa cifra può variare in base al tipo di evento in programma ciascuna sera. La villa è sempre aperta su prenotazione, ma, dal 27 aprile, è aperta dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 18 senza bisogno di prenotare.
Per informazioni: Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Tel.055.20066206 (ufficio) – 055.2638599 (biglietteria) – info@bardinipeyron.it

La stagione di Villa Peyron

Firenze 23 aprile 2012
Riccardo Galli
Ufficio Stampa Ente Cassa di Risparmio di Firenze
Via Bufalini, 6 – 50122 Firenze tel. 0555384503 – cell. 3351597460
riccardo.galli@entecarifirenze.it