Villa Peyron Giardino Bardini

 Home
 La Fondazione
 Complesso Bardini
 Complesso Peyron
 Il Premio "Il Monito del Giardino"
 Area Stampa
 Area Riservata - Mostre
 Comunicati stampa
 Immagini
 Rassegna Stampa
 Archivio notizie eventi
 2013
 2012
 2011
 2010
 2009
 2008
 2007
 Gallery
 Video
 Siti Amici
 Contatti
 English Version

Villa e Giardino Bardini sono un complesso immobiliare di proprietà dello Stato affidato in concessione di valorizzazione attraverso il progetto: Valore Paese - Affidiamo Valore"


  

 Home > Area Stampa > Archivio notizie eventi > 2013 > "Dialoghi con il Signor G." Omaggio a Giorgio Gaber in quattro parti

navigation area
titolo news "Dialoghi con il Signor G." Omaggio a Giorgio Gaber in quattro parti stampa - print

Mercoledì 3 luglio ore 21.30 nella splendida terrazza di Villa Bardini. Costa San Giorgio 2 a Firenze.

Elzeviro Fiorentino  in collaborazione con Fondazione Gaber, Club Tenco e La Scena Muta
presenta lo spettacolo di teatro-canzone

"Dialoghi con il Signor G." Omaggio a Giorgio Gaber in quattro parti

di e con (in ordine alfabetico)
Silvia Conti, Letizia Fuochi, Massimiliano Larocca,
Edoardo Semmola, Valdo Spini, Riccardo Ventrella

e con (in ordine alfabetico)
Gianluca Baroncelli (sax), Gianfilippo Boni (tastiera), Francesco Cusumano (chitarra), Andrea Laschi (cajon)

Ingresso allo spettacolo 10 euro.
> Biglietti in vendita dal 18 giugno. Clicca qui per acquistare

Bar aperto (con aperitivo) a partire dalle ore 19.00
Info: gaberfirenze@gmail.com

Uno spettacolo divertente, poetico, emozionante, che rende omaggio al maestro Giorgio Gaber presentandosi però in modo del tutto “nuovo”, inedito, spiazzante.
Tra musica e parole, teatro e ricordo, calato nelle atmosfere rilassanti della Terrazza Bardini, immerso nel suo verde e nella sua pace che diventano esse stesse parte dello spettacolo, Dialoghi con il Signor G. nasce come un originale omaggio a Giorgio Gaber nell'anno del decennale del scomparsa, come un intreccio di personalità artistiche e intellettuali che da tempo hanno deciso di collaborare nel segno di una comune convinzione, quella che canzone e teatro unendosi oggi hanno una straordinaria possibilità di raccontare il passato e il presente. Un giornalista e "agitatore culturale", Edoardo Semmola, fermo assertore della necessità per gli artisti di scambiare le loro esperienze; tre cantanti e cantautori fiorentini, Silvia Conti, Letizia Fuochi e Massimiliano Larocca, che dalla comune origine fiorentina hanno saputo allargare i loro orizzonti a una dimensione nazionale; un uomo politico che è anche un estimatore di Gaber, Valdo Spini; un operatore culturale, Riccardo Ventrella, che fa della musica un'attività parallela.

Dialoghi con il Signor G. è uno spettacolo originale in quattro parti (“G. come l’Io”, “G. come il Noi”, “G. come il Mondo” e "Io, tu, noi, voi... G."), fusione delle singole personalità e delle esperienze artistiche dei protagonisti con una visione dell'opera di Gaber che parte dalla dimensione individuale, si allarga alla ricerca di un "noi" collettivo e storico per finire ad analizzare la dimensione del l'impegno culturale nella realtà. Quattro punti di vista che confrontano opere originali dei cantanti con il debito gaberiano. Un racconto sentimentale che si sente in diritto di vivere il presente e un narratore bonario, il Signor G., che filtra le sensazioni e rilancia il dibattito.

Sul palco come band di accompagnamento Francesco Cusumano alla chitarra, Gianfilippo Boni alla tastiera, Gianluca Baroncelli al sax e al clarinetto e Andrea Laschi al cajon.

Contatti: Edoardo Semmola - 349-3559789 - edosem79@gmail.com

Silvia Conti, cantante e attrice, inizia a suonare a poco più di dodici anni in varie band fiorentine. Nel 1983 si iscrive al Festival di voci nuove di Castrocaro vincendolo. Questo le dà diritto di partecipare al successivo festival di Sanremo. Inizia così una carriera da solista. Nel 1984 partecipa alla Rassegna estiva di saint Vincent con il brano "Favola triste" composto da Depsa e Pirazzoli. Nello stesso anno per promuovere il 45 giri partecipa a "Discoring". Nel 1985 partecipa al festival di Sanremo con il brano "Luna nuova" composto per lei da Avogadro e da Aldo Tagliapietra delle Orme. Nel 2005 partecipa alla realizzazione del cd "La voce della solidarietà" proponendo la famosa "il mare d'inverno" di Enrico Ruggeri. Nel 2010 fonda i "Sunflowers" che la vede spaziare in brani inediti spesso da lei composti a brani di matrice beat, rock, combat-folk e psychedelic.

Letizia Fuochi, cantautrice e libraia fiorentina, è nipote di Tina Allora, una delle cantanti più note della RAI degli anni Quaranta. L’incontro che le cambia la vita è quello con Fabrizio de André nel luglio del 1998. Sulla scena dal 1999, ha pubblicato due dischi Finito e infinito (2002) e Come l’acqua alla terra (2009), e un singolo Donna Nigra (2010) diventato la canzone manifesto per la battaglia internazionale contro le mutilazioni genitali femminili. Come regista, attrice e autrice, conta numerosi recital e varie collaborazioni artistiche con attori e musicisti: Neve di carta (2013); Non fu sogno né sonno. Storia di una donna e del vento di Marzo (2012); Come l’acqua alla Terra. Il racconto (2012); Incanto attorno al fuoco. Dalla poesia medievale alla canzone d’autore (2011); Se Potessi Calamandrei. Questo cerco nel presente (2011); Eteronima, l’altra me (2011); liriche per l’opera musicale per ragazzi Scacchi (2008); coautrice di Donne Violate patrocinato da Amnesty International (2007), autrice delle musiche per gli spettacoli …se v’assiste la memoria (2005) e L’arte del sole e della luna. Cyrano de Bergerac (2004).

Massimiliano Larocca, musicista e cantautore fiorentino, inizia la propria carriera musicale nel 1997 coniugando musica d'autore, rock, letteratura e teatro. Nel 2001 pubblica il suo primo album, autoproducendolo, "Massimiliano Larocca canta Dino Campana" nel quale le poesie del poeta di Marradi diventano canzone. Tra il 2005 e il 2008 pubblica due album di canzoni autografe ("Il ritorno delle passioni" e "La breve estate") ben accolti da pubblico e critica, oltre a mettere in scena lo spettacolo di teatro/canzone "Per un Dio possibile" ispirato alla vita del filosofo Giordano Bruno. Nel 2009 forma il supergruppo Barnetti Bros Band assieme a Massimo Bubola (storico collaboratore di Fabrizio De Andrè e autore di classici quali "Sand Creek", "Don Raffaè" e "Il cielo d'Irlanda") Andrea Parodi e Jono Manson che registra in USA l'album Chupadero! pubblicato dalla Universal Music. Nel 2012 cura, per conto di AICS Solidarietà Toscana, il progetto The Dreamers: laboratori musicali per ragazzi diversamente abili che Larocca svolge chiamando a collaborare con sé Paolo Benvegnù, Riccardo Tesi ed Erriquez, leader della Bandabardò con i quali realizza un cd di canzoni inedite.

Edoardo Semmola, Giornalista e critico musicale e cinematografico del Corriere Fiorentino / Corriere della Sera, conduttore radiofonico, blogger, cant-attore, presentatore, autore e organizzazione di rassegne di spettacoli dal vivo. Membro della giuria del Premio Tenco e del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici.

Valdo Spini è un politico e un intellettuale fiorentino, più volte ministro e deputato del Partito Socialista, scrittore e saggista.

Riccardo Ventrella, responsabile della comunicazione e dell'innovazione della Fondazione Teatro della Pergola, da sempre musicista per diletto, si intrattiene anche col teatro: ha partecipato agli Spoon River di Riccardo Massai e alle messinscena tondelliane di Nicola Zavagli. Ha scritto e interpretato con i Magic Candle Corporation gli spettacoli Peccato fosse solo quando se ne andò, La bella estate e Run Run Run. Ideatore della visita spettacolo al Teatro della Pergola, ha redatto i testi delle visite al Vasariano e a Palazzo Davanzati realizzate dalla Compagnia delle Seggiole.

ufficio stampa: Maurizio Busia 349.2307448 – maurizio.busia@gmail.com


Data di inserimento:
21/06/2013

Top page

 

ECRF
Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron
promossa da Ente Cassa di Risparmio di Firenze
sede legale: via Bufalini, 6 - 50123 Firenze • uffici: Costa San Giorgio, 2 - 50125 Firenze

info@bardinipeyron.it

spacer spacerdx